lunedì 7 aprile 2008

C'era una volta senigallia...

Meta attesa e sognata di tutta l'adolescenza, voleva dire un avventuroso viaggio verso la mia città natale, il suono degli jambe e l'odore d'incenso che si sentivano già da lontano e ti rimanevano impigliati nei capelli e nelle orecchie fino a sera. Si cominciava dalla stradina stretta con gli abusivi, in riva alla darsena, che vendevano ogni genere di ciarpame e qualche punkabbestia un po' più organizzato con gioielli bizzarri, cilum e maglioni a prova di vita da strada. Un vecchio fricchettone con un tavolino minuscolo e un impermeabile beige, leggeva i tarocchi per 10mila lire. Mica poco, a quell'età era una fortuna averle nel portafogli. Ragazzi di tutte le età facevano le vasche avanti e indietro, sbirciando tra le bancarelle e sbirciandosi tra loro, qualcuno ti abbordava chiedendoti "hai moneta?", qualcuno ti abbordava per chiederti "come ti chiami?".Si tornava a casa con un disco, con una scatola di legno o un anellino, in tempi di vacche grasse con una giacca usata. Se penso a Milano, immediatamente vedo i cieli grigi e carichi di pioggia che si specchiano nella darsena, in quell'atmosfera un po' decadente, un po' sognante ch'era il giro in senigallia il sabato pomeriggio.
------------
Fine del sogno, sotto l'area in cui mettevano le bancarelle faranno un parcheggio, taglieranno gli alberi, renderanno navigabile la darsena e la fiera resterà dove l'hanno confinata qualche anno fa. All'interno del parcheggio della stazione di porta genova, circondata da mura invisibile agli occhi della milano della moda, sparito il profumo di incenso e il suono di jambé che ti portava alla meta. Pochi abusivi, pochissimi punk. Fine del fascino, o e sempre e solo colpa del tempo che passa?

12 commenti:

Anonimo ha detto...

agoniata? in agonia?

A Blonde by Night ha detto...

un'anellino?

Anonimo ha detto...

qualche hanno fa?

Anonimo ha detto...

inceso?

chiaretta: ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
chiaretta: ha detto...

a mia discolpa posso dire di averlo pubblicato tardissimo, dopo una giornata di intensa scrittura su temi meno faceti, grazie per la "revisione bozze" implacabile. A buon rendere.
:)

A Blonde by Night ha detto...

Tranqui, Chiare'. ;) È 'cchiù 'fforte 'e me.
Il racconto però è bello. Mi ricorda qualcosa. Qualche anno prima, ma pochi. Mid Eighties. Le Scimmie all'apice del successo e della qualità. E Senigallia attorno. Sono due anni che si è spostato dietro Porta Genova. N'altra cosa.
Baci

chiaretta: ha detto...

Miss Nightfly?!

A Blonde by Night ha detto...

Who else se non Lei? L'Innominata! ;) E ora non dirlo a nessuno, eh!

:) Un bacio notturno da un'ex Senigallia wanderer

Lei

ps: però aggiungi una "i" a valige. E non odiarmi, se puoi. ;)

chiaretta: ha detto...

inconfondibile...

Quanto alla mia grammatica, sono sconcertata....
lo stato di regeressione in cui verso piacerebbe molto ad un freudiano...comincio a preoccuparmi seriamente, tu vigila, allora, severissima!

chiaretta: ha detto...

inconfondibile...

Quanto alla mia grammatica, sono sconcertata....
lo stato di regeressione in cui verso piacerebbe molto ad un freudiano...comincio a preoccuparmi seriamente, tu vigila, allora, severissima!

A Blonde by Night ha detto...

Per adesso vigilo sulla tua matematica: :)))
2 post uguali - 1 = 1 post col resto di 1.
Ciao, cara, keep on writing!